La decrescita felice

15 novembre 2007

La nostra felicità dipende da quanto consumiamo. Il benessere di un paese viene infatti misurato in base al Prodotto Interno Lordo. E la crescita del PIL dipende dagli scambi commerciali. Più si consuma, più il PIL sale. In questo modo se io butto via un telefonino, per comprarne uno più nuovo, ho fatto girare l’economia. Gli imprenditori sono contenti: hanno guadagnato. I sindacati pure: si creano posti di lavoro. Il consumo, quindi, anche il più sfrenato e senza senso, contribuisce alla nostra felicità.
Ma è proprio vero che la felicità dipende dai consumi? O è solo quello che ci viene fatto credere, specie verso Natale?
Se io mi faccio il pane in casa posso anche divertirmi. Le dosi della farina, di acqua, di lievito. Poi l’impasto a mano, o più semplicemente una macchina del pane. Ho risparmiato (quasi 3€ al kg) e ho inquinato di meno (dal panettiere o al supermercato sarei andato in macchina) e spesso mangio qualcosa di qualità superiore. Questo mia semplice abitudine non influisce sul PIL, non lo fa crescere. E la crescita zero o la crescita negativa è quello contro cui lottano tutti i governi. Con la mia pagnotta auto-prodotta ho compiuto un gesto sovversivo?
Forse. Ma mi sento più libero, meno schiavo di una società che mi obbliga a consumare. E anche più felice.
Quello che ho cercato di spiegare (male), si trova in:
Maurizio Pallante, La decrescita felice – la qualità della vita non dipende dal PIL, Editori Riuniti
wwww. decrescitafelice.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: