Posts Tagged ‘teo-con’

Natale val bene una messa

27 dicembre 2007
Sembra sia diventato di moda andare a messa, almeno a Natale. In preda ad una crisi mistica, molti, fino a poco tempo fa atei dichiarati, vanno a messa almeno per un giorno. Si uniscono così ai tantissimi “cattolici credenti, ma non praticanti”, come si usa dire, che vanno a messa solo a Natale e Pasqua (oltre a funerali e matrimoni).
Il fenomeno della “riconversione” è iniziato qualche anno fa, da quando Giuliano Ferrara si è fatto portavoce degli atei devoti, tra le cui fila si annovera anche l’ex presidente del Senato. Da allora la spiritualità è diventata un fattore distintivo e chi non ce l’ha è sorpassato. Piano piano tutti i politici tradizionalmente atei e/o anticlericali hanno dichiarato di avere una certa sensibilità religiosa. Perfino Bertinotti non è immune da questa tarda conversione, mentre Veltroni, dal canto suo, ha detto di ammirare chi crede. Non è dato sapere se in questi cambiamenti ci sia convinzione profonda o solo convenienza politica.
***
Sul caso Binetti si rimanda all’autorevolezza di Eugenio Scalfari. Una proposta per lo statuto del PD: per non ferire troppo le coscienze dei cattolici si potrebbe aggiungere la clausola che chi crede nei “miracoli parlamentari” viene automaticamente espulso dal partito.
Annunci